FOREX per Principianti

Il foreign exchange market, detto più comunemente FOREX o FX, è il mercato mondiale delle valute. Con un volume di transazioni che supera i 3 trilioni di dollari, il FOREX è il mercato più vasto e dinamico del mondo.

Cos’è il FOREX?

Operare nel FOREX è semplice: sia utilizzando 100 EUR per acquistare dollari americani all’aeroporto sia effettuando una transazione bancaria per cambiare 100 milioni di dollari americani in Yen giapponesi, si tratta sempre di operazioni nel FOREX. Nel FOREX operano contemporaneamente colossi finanziari che negoziano miliardi di dollari e singoli individui che gestiscono poche centinaia di dollari.
Il volume, le dinamiche e le opportunità sul mercato FOREX sono enormi. Molti sostengono che sia ciò di più simile ad un Mercato Perfetto: tutti gli operatori – dai singoli individui alle grandi banche – negoziano alle stesse condizioni e hanno accesso alle stesse informazioni in un mercato che mette a disposizione una liquidità illimitata: è sempre possibile comprare e vendere, e non esiste un limite di ingresso.

Plus500 forex trading, pdf forex, mercato dei cambi, forex netto, principianti forex, introduzione al forex, il successo forex, sito forex, le ore di mercato forex, mercato fx, mercato valutario, forex profitto, indicatore forex, forex blog, aud / jpy, investitore inizio, forex fondamentali, la teoria forex, forex trading 101, in avanti, copertura, speculazione, principianti forex trading, gratuito istruzione forex trading, corso gratuito forex trading, forex istruzione, corso di forex, di formazione forex trading, forex formazione, introduzione al forex trading, forex trading, fx, cambio

Inizia anche tu il trading online nel mercato FX

Grazie ad Internet, potrai operare nel mercato FOREX allo stesso modo di grandi banche e colossi finanziari.

Tutto ciò di cui hai bisogno è un computer collegato ad Internet ed un account di trading con un broker del FOREX.

Come funziona la negoziazione nel mercato FX

Il mercato FOREX si basa sullo scambio di una valuta per un’altra. L’elemento più importante nel mercato FOREX è il tasso di cambio tra le due valute (coppia di valute). L’avrete sicuramente già visto al telegiornale:

Coppia di valute Tasso di cambio
EUR/USD 1.4515
GBP/USD 1.6430

I tassi di cambio variano quasi ogni secondo quindi le oscillazioni nelle 24 ore, per 5 giorni alla settimana, sono davvero moltissime. In generale, i tassi di cambio delle valute riflettono le condizioni dell’economia dei rispettivi Paesi. Per esempio, se l’economia europea è migliore di quella americana, la valuta Euro subirà un rialzo rispetto alla valuta Dollaro (EUR/USD ↑) e viceversa.

Come guadagnare dal mercato FOREX

Ecco un esempio di operazione nel mercato FOREX. Decidete di investire 1.000 euro per acquistare dollari americani. Il tasso di cambio EUR/USD al quale potete COMPRARE in questo momento è 1,4500 quindi pagherete 1.450 dollari.

10 giorni dopo, il tasso di cambio EUR/USD al quale potete VENDERE euro contro dollari americani è 1,5500, quindi vendendo i vostri 1.000 euro riceverete 1.550 dollari. Considerando che siete partiti con 1.450 dollari e adesso ne avete 1.550, significa che avete guadagnato 100 dollari.

Ecco come si può guadagnare nel mercato FOREX. E l’aspetto migliore è che questa operazione richiede solo qualche click!

Lo Spread

Nella vostra piattaforma vengono indicati due prezzi per ogni coppia di valute. Uno è il prezzo al quale potete acquistare, ed è denominato “Prezzo Lettera” (in inglese “Ask price”), l’altro è il prezzo al quale potete vendere, ed è denominato “Prezzo Denaro” (in inglese “Bid price”). La differenza fra questi due prezzi si chiama spread. Il prezzo di acquisto è sempre più alto del prezzo di vendita e, nel mercato FOREX, la differenza fra i due prezzi, quindi lo spread, rappresenta il guadagno dei broker su ogni transazione.

I vantaggi della Leva Finanziaria

Ecco uno degli aspetti più interessanti del mercato FOREX: il vostro broker FOREX può offrirvi una leva, per esempio di 1:100, in modo che possiate operare con una quantità di denaro 100 volte superiore a quello che possedete. Infatti, se voleste comprare 100.000 EUR/USD vi servirebbero solamente 1.000 euro, mentre il resto del denaro vi verrebbe fornito dal vostro broker sottoforma di prestito. Grazie alla leva, potrete amministrare quantità di denaro 100 volte superiori a quello che avete e, di conseguenza, incassare guadagni 100 volte superiori. Naturalmente, anche le perdite possono essere 100 volte superiori, quindi è importate fare molta attenzione. Per capire il concetto di leva, basti pensare che la leva moltiplica per 100 il risultato delle operazioni. Il denaro che versate nel vostro conto di trading è denominato “Margine” e rappresenta un deposito che coprirà eventuali perdite. Infatti, se con una leva il potenziale di guadagno è illimitato, il potenziale di perdita rimane invece limitato al margine: il bilancio del conto non andrà mai in negativo e il proprietario del conto non potrà mai contrarre debiti.

Effettua la tua prima operazione nel FOREX

Per iniziare, aprite un Account di Prova forex gratuito ed effettuate l’accesso. Poi selezionate una coppia di valute (es. EUR/USD), scegliete una quantità e cliccate sul tasto COMPRA. Così inizia il gioco, un gioco che attrae milioni di persone da tutto il mondo! Se il cambio EUR/USD aumenterà, registrerete un guadagno. Per controllare il guadagno in tempo reale basta aprire la finestra “Posizioni aperte”. Potrete tenere la posizione aperta per tutto il tempo che riterrete opportuno e quando penserete di aver raggiunto un guadagno soddisfacente, basterà chiudere la posizione cliccando sul tasto X nella finestra “Posizioni aperte”.

Operazioni Long (acquisto) e Short (vendita)

Ecco un esempio pratico. Se pensiamo che la valuta EUR salirà rispetto alla valuta USD, acquistiamo la coppia EUR/USD sperando di rivenderla successivamente ad un prezzo più elevato. Così apriamo una posizione Long. Ma cosa faremmo se pensassimo che la valuta EUR scenderà rispetto alla valuta USD? Naturalmente effettueremmo un’operazione contraria alla precedente: venderemmo EUR/USD sperando di ricomprarli successivamente ad un prezzo inferiore. Ecco un esempio:

  1. Pesiamo che il tasso EUR/USD scenderà nei prossimi giorni. La nostra posizione EUR/USD al momento è 0.
  2. VENDIAMO 100.000 EUR/USD a 1,4312. La nostra posizione è –100.000 EUR/USD a 1,4312.
  3. Qualche giorno dopo COMPRIAMO 100.000 EUR/USD a 1,4282. La posizione tornerà ad essere 0 e avremo guadagnato 300 USD. E’ importante ricordare che i guadagni e le perdite vengono sempre registrati nella seconda valuta della coppia di valute. In questo esempio, infatti, i guadagni sono in dollari americani.

Azione

Tasso EUR/USD

EUR

USD

Pensiamo che EUR/USD scenderà nei
prossimi giorni.
VENDIAMO 100.000 EUR/USD

1,4300

-100.000

+143.000

Qualche giorno dopo decidiamo di chiudere la posizione e incassare il guadagno acquistando 100.000 EUR/USD

1,4200

+100.000

-142.000

Risultato finale (USD):

0

1.000

Cosa sono gli Ordini Pendenti e come utilizzarli

Il mercato delle valute FOREX è attivo 24 ore al giorno per 5 giorni alla settimana. Naturalmente, non è necessario che monitoriate i prezzi per tutto questo periodo di tempo: potrete effettuare operazioni e negoziazioni senza stare sempre di fronte al vostro computer. Come? Semplice, utilizzando gli Ordini Pendenti. È sufficiente stabilire se intendete VENDERE o COMPRARE indicando il prezzo di acquisto o di vendita e la piattaforma effettuerà automaticamente le operazioni per voi non appena il prezzo raggiungerà il livello da voi stabilito.

È anche possibile chiudere le posizioni aperte utilizzando gli Ordini Pendenti. Per esempio, cliccando sulla posizione EUR/USD che avete aperto in precedenza e si trova nella finestra Posizioni Aperte, verrà generato un Ordine Pendente. Basta inserire un prezzo di uscita e cliccare su Conferma.

Gli ordini pendenti che chiudono una posizione aperta dopo aver registrato un determinato profitto sono denominati Limit. Al contrario, gli ordini pendenti che evitano di perdere ulteriore denaro e quindi chiudono la posizione dopo aver registrato determinate perdite sono denominati Stop. Infine, gli ordini OCO (dall’inglese “One Cancels the Other” ovvero “Uno cancella l’altro”) vengono utilizzati per porre sia uno Stop sia un Limit alla stessa posizione aperta.

Ora sapete come COMPRARE e VENDERE ai prezzi di mercato e come utilizzare gli ordini pendenti. Queste nozioni sono sufficienti per un principiante, ma se volete approfondirne la conoscenza imparando a prevedere i movimenti futuri del mercato, continuate a leggere la sezione “Impara il Trading”.

Cos’è la Chiusura Automatica e come posso utilizzarla?

Grazie alla funzione di Chiusura Automatica è possibile inoltrare un ordine di mercato che verrà chiuso automaticamente non appena si raggiunge il livello preimpostato. Questo livello può essere rappresentato sia da un prezzo di mercato sia da un valore monetario: in altre parole, è possibile stabilire se la Chiusura Automatica debba chiudere l’ordine quando si raggiunge il prezzo X oppure quando sarà stato accumulato un guadagno di X € sulla transazione (il valore sarà espresso nella valuta dell’account).

Ecco alcune informazioni sulla funzione di Chiusura Automatica:

  • Si tratta di una funzione degli ordini di mercato che permette di stabilire il prezzo di mercato al quale la posizione debba essere chiusa dal sistema.
  • Non è possibile effettuare un ordine pendente e un ordine di mercato con Chiusura Automatica contemporaneamente per lo stesso prodotto di trading.
  • La Chiusura Automatica non consente l’esecuzione parziale.
  • Il valore monetario registrato al momento della chiusura della posizione sarà indicato nella valuta del tuo account.

Le 10 Regole D’Oro del Forex Trading

  1.  È bene preparare sempre un piano di trading con una strategia di entrata e di uscita. Quando aprite una posizione, attenetevi al vostro piano di trading e non lasciate che le emozioni vi facciano cambiare idea.
  2. Non aprite delle posizioni utilizzando tutto il denaro disponibile nel vostro account. In questo modo, mettereste molto a rischio il vostro intero account. Vi consigliamo di investire fino a un massimo del 5% dei vostri fondi per ogni singola negoziazione.
  3. Non continuate ad investire sulle posizioni in perdita. E’ sempre meglio mantenere più a lungo le posizioni vincenti e chiudere velocemente quelle in perdita.
  4. Utilizzate gli ordini Stop Loss per le posizioni aperte. In questo modo, il rischio rimarrà sotto controllo e, mentalmente, sarete più predisposti a cogliere nuove opportunità.
  5. Il vostro obiettivo deve essere quello di fare trading seguendo il trend. Non cercate di prendere il prezzo più alto o più basso del movimento.
  6. Non andate contro il mercato perché il mercato ha sempre ragione.
  7. Per avere successo bisogna COMPRARE quando le notizie sono negative e VENDERE quando sono positive.
  8. Non cercate di chiudere ogni negoziazione in positivo. E’ impossibile. Cercate piuttosto di mantenere un equilibrio positivo fra le negoziazioni vincenti e quelle in perdita.
  9. Quando volete operare una speculazione a breve termine, tenete comunque sempre in considerazione il trend a lungo termine. Vi consigliamo di operare solo quando il trend a breve termine è uguale a quello a lungo termine.
  10. Cercate sempre di migliorare la vostra capacità di fare trading: analizzate le negoziazioni che avete effettuato ed individuate gli errori per non ricommetterli in futuro.

Analisi Tecnica

Cos’è l’analisi tecnica?

L’analisi tecnica è uno degli strumenti che gli investitori utilizzano per cercare di prevedere le oscillazioni del prezzo delle valute. L’analisi tecnica offre agli investitori diverse opportunità. Per esempio, comprende l’analisi Fibonacci e le onde di Elliott, che si basano sulla teoria di DOW, secondo la quale il mercato si muove in modo prevedibile, in base a schemi precisi. L’analisi tecnica è focalizzata sulla lettura degli schemi nei grafici e si basa sull’assunto che le oscillazioni di prezzo passate torneranno ripetersi. Non vengono considerate le informazioni relative all’analisi fondamentale e ci si concentra esclusivamente sui grafici dei prezzi.

Vengono ricercati schemi precisi, come le note figure di inversione Testa & Spalle (Head & Shoulder) e Doppio Massimo (Double Top), gli indicatori, come le medie mobili, o altre forme, come le linee di supporto e resistenza, i canali e altre formazioni più complesse come bandiere e pennant.

Il Doppio Massimo e il Doppio Minimo sono due modi di leggere un grafico. Il doppio minimo assume la forma della lettera W e, secondo la teoria, la valuta non scenderà al di sotto dei due punti più bassi della W.

Con il doppio minimo, si individua il livello di prezzo oltre al quale la valuta non scenderà ulteriormente e ricomincerà a salire una volta raggiunto il livello di supporto. Il doppio massimo rappresenta quello che viene definito il livello di resistenza, ovvero il limite oltre il quale la valuta non dovrebbe salire. Il doppio massimo è la figura inversa del doppio minimo e assume infatti la forma della lettera M.

Una volta che la linea del prezzo forma la W, gli investitori normalmente acquistano, mentre quando la valuta forma una M, gli investitori vendono.

Perché funziona l’analisi tecnica? Se un numero sufficiente di persone traccia la stessa linea sul grafico, se un numero sufficiente di persone si concentra sullo stesso livello di supporto, allora si verificherà una reazione quando quel livello di supporto verrà raggiunto. Quindi potremmo dire che l’analisi tecnica funziona poiché il numero di persone che la segue è tale da renderla una profezia auto-soddisfacente di trading.

Cosa sono le Candlestick (Candele)?

L’utilizzo dell’analisi delle candele (Candlestick) è molto diffuso nel mercato FOREX. Le candele danno infatti agli investitori una rapida panoramica dei movimenti di mercato in un giorno, una settimana, un mese o un anno. Questa tecnica risale al 17º secolo, quando i commercianti giapponesi iniziarono ad utilizzarla per le contrattazioni sul riso. Oggi, l’analisi delle candele viene utilizzata per lo studio dei movimenti dei prezzi, ma prima di utilizzarla è necessario capire bene il suo funzionamento. Al fine di creare un grafico a candele, è necessario disporre di una quantità di dati che comprendano valori di apertura, di massimo, di minimo e di chiusura per ogni periodo di tempo che si vuole analizzare.

Le linee lunghe e sottili che si trovano al margine superiore ed inferiore del corpo (body) della candela sono le appendici, anche chiamate shadows (ombre). Il corpo della candela rappresenta la differenza fra il prezzo di chiusura e il prezzo di apertura. Il colore del corpo indica se dall’apertura si è verificato un rialzo o un ribasso. Nei nostri grafici utilizziamo candele verdi e rosse: una candela lunga e verde rappresenta un periodo rialzista, ovvero dall’apertura alla chiusura il prezzo si è alzato notevolmente e si è verificata molta pressione di acquisto. Al contrario, una lunga candela rossa indica un trend al ribasso, ovvero il prezzo di chiusura è stato notevolmente inferiore rispetto al prezzo di apertura e le vendite sono state aggressive. In generale, più il corpo è lungo, maggiore è la pressione di acquisto o di vendita. Inversamente, una candela corta indica oscillazioni di prezzo limitate e quindi stabilità.

E’ anche possibile che il prezzo di apertura e il prezzo di chiusura coincidano e quindi che la candela non abbia un corpo: si parla in questo caso di candela doji. La lunghezza delle ombre superiori e inferiori può variare e la candela risultante può quindi assomigliare a una croce, a una croce rovesciata o al segno più. Considerate separatamente, le candele doji sono neutrali: mostrano semplicemente che né i rialzisti né i ribassisti sono riusciti ad avere la meglio ed è possibile che si stia sviluppando un cambiamento.

L’importanza delle candele doji dipende dal trend precedente o dalla candela precedente. Infatti, dopo un rialzo (indicato da una lunga candela verde), la presenza di una doji indica che la pressione di acquisto inizia ad indebolirsi. Allo stesso modo, dopo un periodo di ribasso (candela lunga e rossa), una doji indica che la pressione di vendita inizia a diminuire. Le doji indicano che la domanda e l’offerta si stanno appianando e quindi è molto probabile che si verifichi un cambiamento nel trend. Una doji di per sé non è sufficiente a rappresentare un cambiamento e solitamente è necessaria un’ulteriore conferma.

Le candele forniscono dei suggerimenti significativi che aiutano a capire i movimenti di prezzo. Utilizzare l’analisi a candela giapponese aiuta gli investitori a meglio comprendere l’andamento del mercato, offrendo informazioni più dettagliate rispetto agli istogrammi tradizionali.

Come identificare le tendenze nel mercato FOREX?

Analizzare i prezzi e capire gli schemi dei grafici può aiutare gli investitori del mercato FOREX a meglio prevedere il futuro orientamento dei prezzi. Seguire le tendenze, ovvero i trend, del mercato FOREX è una strategia diffusa. I trend durano per un periodo di tempo molto lungo nei mercati delle valute: possono durare anche per anni. È possibile guadagnare cercando di individuare massimi e minimi su basi molto brevi, ma è sicuramente più proficuo e anche meno difficile seguire semplicemente le tendenze del mercato.

Come tracciare la linea della tendenza (trendline)? Sono necessari due punti per tracciare la linea e poi, dopo che verrà toccata per la terza volta, avrete la vostra trendline.

Pensando al concetto di trend nel mercato FOREX, è fondamentale tenere a mente che l’oggetto delle negoziazioni sono le valute dei diversi paesi. I paesi, e le relative economie, vanno progressivamente meglio oppure progressivamente peggio, ma non si verifica mai una situazione in cui un paese alterna rapidamente miglioramenti e peggioramenti. Questo è il motivo per cui i trend nel mercato FOREX sono di così ampio respiro.

Un detto fra gli investitori recita “trend is your friend” (il trend ti è amico), ma il trend è un “amico” solo finché dura. Infatti, nei mercati FOREX si fa un uso talmente diffuso della leva che quando si verifica un’inversione di tendenza, il cambio è davvero repentino e bisogna fare attenzione.

Più una trendline è importante, più sarà difficile interromperla. Nessun mercato è bianco e nero, le tendenze cambiano e identificarle è un aspetto decisivo della propria strategia di investimento.

Come utilizzare le medie mobili semplici?

Uno degli strumenti tecnici utilizzati in modo più diffuso dagli investitori è la Media Mobile Semplice (Simple Moving Average). La media mobile viene comunemente utilizzata per appianare le fluttuazioni a breve termine ed evidenziare le tendenze a lungo termine. In ogni caso, una media mobile non ha lo scopo di prevedere le variazioni, ma di seguire ed evidenziare il trend in atto. La media mobile può quindi mostrare se il prezzo attuale sia oltre la media per un determinato periodo di giorni.

Come si calcola una media mobile semplice? È sufficiente sommare un determinato numero di prezzi di chiusura e poi dividere la somma per quel numero. Se lo si effettua su base regolare, si svilupperà una media mobile semplice, che potrà essere utilizzata per generare segnali di ACQUISTO o di VENDITA.PrincipiantiFOREX per Principianti

Un segnale di ACQUISTO si genera quando la linea del prezzo incrocia e supera la linea della media mobile.

È bene utilizzare due o tre medie mobili semplici con diversi periodi nello stesso grafico. Gli investitori normalmente utilizzano medie mobili di 20, 50 e 200 giorni.

Infatti, un segnale di ACQUISTO si genera anche quando la linea di una media mobile semplice a breve termine incrocia verso l’alto un’altra media mobile a lungo termine. In questo caso si parla di croce d’oro (Golden Cross). Infine, è anche possibile guardare la direzione della media mobile: se va verso l’alto l’andamento è rialzista, se va verso il basso l’andamento è ribassista.

L’aspetto più positivo delle medie mobili è che non creano mai problemi di interpretazione. Infatti, la linea del prezzo si trova sempre o al di sopra o al di sotto della media mobile e questo è inconfutabile. Gli investitori del FOREX spesso utilizzano le medie mobili semplici in combinazione con l’indicatore di momentum per determinare quando acquistare o vendere le coppie di valute.

Come individuare cambiamenti di tendenza usando il Ritracciamento Fibonacci?

Uno dei più comuni indicatori tecnici utilizzati nella negoziazione di valute per individuare le future tendenze del mercato è denominato Ritracciamento Fibonacci. È un principio basato su una sequenza di numeri infinita scoperta nel 13º secolo dal matematico italiano Leonardo Fibonacci. In pratica, si parte da due numeri, come uno e due, che vengono sommati per ottenere il terzo numero della sequenza e così via.

Una delle caratteristiche più interessanti di questa sequenza numerica è che ogni numero è approssimativamente 1,618 volte più grande del numero precedente. Questa relazione che lega ogni numero della serie rappresenta la base dei livelli utilizzati nei modelli di ritracciamento.

Nell’analisi tecnica, il ritracciamento Fibonacci si genera prendendo due punti estremi su un grafico (un minimo e un massimo assoluto) e dividendoli dall’alto verso il basso per le percentuali di Fibonacci, ovvero 23,6%, 38,2%, 50%, 61,8% e 100%. Una volta identificati questi livelli, vengono tracciate linee orizzontali per identificare possibili livelli di supporto e di resistenza. Secondo gli investitori che seguono questo metodo, i grandi movimenti di prezzo tendono a tornare indietro o invertirsi a uno dei livelli di ritracciamento Fibonacci.

  • Il livello Fibonacci del 61,8% – anche denominato “rapporto d’oro” (dall’inglese “Golden Ratio”) – si calcola dividendo un numero della sequenza per il numero immediatamente successivo. Per esempio: 21/34 = 0,6176.
  • Il livello 38,2% si ottiene dividendo un numero della sequenza per il secondo numero che lo segue. Per esempio: 55/144 = 0,3819.
  • Il livello 23,6% si ottiene dividendo un numero della sequenza per il terzo numero che lo segue. Per esempio: 13/55 = 0,2363.

Il prezzo tende a ripercorrere i livelli da 38,2% a 61,8% del movimento precedente prima di continuare nella stessa direzione. Per ragioni ancora ignote, questi rapporti sembrano svolgere un ruolo importante nel mercato, proprio come in natura, e possono essere utilizzati per determinare punti critici che portano il prezzo di un prodotto ad invertire la propria tendenza.

Cosa sono le Onde di Elliott?

Il principio delle onde di Elliott è uno strumento tecnico molto diffuso fra gli investitori del FOREX ed è utilizzato per prevedere verso quale direzione potrebbero in futuro orientarsi i prezzi. Ralph Nelson Elliott scoprì questo schema negli anni ’30. Gli schemi non si creano dal nulla, al contrario essi si generano in base alle operazioni di acquisto e di vendita degli investitori. Lo stesso schema si ripete moltissime volte e questo significa che il comportamento umano è ripetitivo: l’onda di Elliott riflette questo aspetto del comportamento umano sul mercato.

Questi schemi sono definiti dal numero di movimenti delle onde: cinque onde minori che si muovono nello stesso senso del trend creano un’onda impulsiva, mentre tre onde minori che si muovono in opposizione rispetto al trend creano un’onda correttiva. Le onde impulsive sono identificate con numeri e le onde correttive sono identificate con lettere. Quando un movimento formato da 5 e 3 onde completa un ciclo, la sequenza continua diminuendo sempre di grado man mano che si prosegue verso il basso.

Online Forex Trading: All’interno del trend dominante, le onde 1, 3 e 5 sono dette “motrici”, nel senso che seguono il trend generale. Ognuna di esse è suddivisa in cinque onde minori. Le onde 2 e 4 sono invece dette “correttive” e sono suddivise in tre onde minori ciascuna. In un mercato ribassista il trend dominante è al ribasso, quindi lo schema è invertito: cinque onde verso il basso e tre verso l’alto. Le onde motrici si muovono sempre seguendo il trend mentre quelle correttive si muovono sempre nel senso opposto.

L’analisi delle onde è una tecnica ampiamente diffusa fra gli specialisti del settore e per poterla utilizzare è necessario essere in grado di identificare le serie di schemi di onde forex.

When trading forex forex forex forex, please think before you act.